Finiture Firmate

Decoro o fotografia?

Un viaggio è fatto di ascolto, osservazione, curiosità e voglia di comprendere: stati d’animo che si esplicano in molti modi e soprattutto in base all’indole di ognuno.

Se possiamo immagazzinare dentro di noi i ricordi memorizzando a vari livelli suoni, profumi e sapori, sensazioni ed emozioni, a volte anche profonde e durature, serve qualcosa di più e di diverso per fissare in modo indelebile una visione o un particolare che ci hanno colpito.

Oggi è tutto più semplice e rapido e si ricorre allo scatto fotografico per catturare un ricordo o per il desiderio di documentare. La tecnologia disponibile permette a chiunque di essere un fotografo sufficientemente abile a soddisfare qualsiasi esigenza. In realtà non è facile cogliere il significato profondo di un luogo semplicemente scegliendo un’inquadratura, non sempre ritroviamo con identica forza nell’immagine ritratta quel taglio di luce che ci ha catturato. E spesso non è questione di tecnica, forse invece è vero che finiamo per fotografare quello che intimamente volevamo fissare, come se cercassimo qualcosa che era già dentro noi stessi. Franco Fontana, artista, fotografo e un maestro del colore, sostiene: “Ti attrae quello che hai già dentro di te; dovunque tu vada scopri quello che in realtà già conosci. Picasso diceva ‘non vado a cercare, vado a trovare’. Trovare vuol dire che quando scatto una foto a un paesaggio urbano ho trovato quello che ho dentro di me, è un obiettivo spirituale. Quando mi rivolgo a un soggetto che attira la mia attenzione e lo fotografo è perché è già parte di me stesso. Questa è filosofia Zen, ma è la verità”.

C’è, quindi una correlazione stretta tra l’arte del colore e la fotografia. Spesso si possono confondere decorazioni o tinteggiature con le fotografie.

Può sembrare banale chiedere alla Paletti Angelo & C. S.N.C., gli artigiani del colore, come nasca la sua ispirazione e la sua ricerca in relazione al cromatismo.

Il colore rappresenta la realtà e l’artista non può fare a meno di lavorare sulla realtà, la deve reinventare, deve mostrarla in modo differente da quella che è. Il colore è il soggetto, non l’oggetto.

Per la Paletti Angelo & C. S.N.C, lavorare con il colore è qualcosa di viscerale. Lo vive insieme al cliente, lo interpreta e lo significa.

Le decorazioni e le tinteggiature della Paletti Angelo & C. S.N.C inventano, aggiungono e fanno anche astrazione: perché il team della ditta bresciana insieme a te decidono cosa fare, come intervenire su un’immagine che hai creato. Se poi ti aiutano ad esprimere meglio la tua ispirazione…beh, ben venga! E’ la libertà della genialità.

Il senso del colore è la caratteristica saliente della ricerca della Paletti Angelo & C. S.N.C!